Meningite – Quando rivolgersi al pediatra a Torino

Meningite – Quando rivolgersi al pediatra a Torino

1 Agosto 2019 0 Di Sarah

La meningite. La domanda che ogni pediatra a Torino si sente ripetere più spesso è: “Scusi, ma la vaccinazione contro la meningite?” Infatti solo nominare questa malattia preoccupa i genitori, anche a causa della grande attenzione dei media su questo argomento.

Cerchiamo quindi di conoscere meglio questa malattia e quali sono i modi migliori per contrastarla.

Cos’è la meningite

Le meningi sono delle membrane che circondano l’encefalo e continuano nel canale midollare rivestendo il midollo spinale. Possiamo distinguere tre tipologie di meningi:

  • La dura madre – la parte più spessa e fibrosa
  • L’aracnoide – la membrana intermedia
  • La pia madre – la meno resistente

Sostanzialmente la meningite è un’infiammazione che coinvolge queste membrane ed è, nella maggior parte dei casi, infettiva. Però esistono altri ceppi che non sono di origine virale o batterica e quindi non infettiva. Se pensate di avere questi problemi rivolgetevi ad un medico, o ad un pediatra a Torino. Un ottimo specialista è il Dottor Garofalo, esperto pediatra e reumatologo.

In generale si trasmette per vi aerea. Attraverso le gocce di saliva il virus entra nell’organismo ed attecchisce nelle vie aeree superiori. Poi per mezzo del sangue raggiunge le meningi. In alcuni casi l’infezione può scatenarsi da altre zone, come l’orecchio medio o interno.

Chi sono i responsabili?

Generalmente i responsabili della meningite sono virus, funghi o batteri. A differenza delle altre, le meningiti di origine virale hanno una durata più breve ma soprattutto un decorso benigno. Invece le meningiti causate dai batteri sono quelle più rare ed estremamente più serie e pericolose. Infatti possono essere fatali. Vediamo quali sono i batteri responsabili di questa patologia:

  • Il Meningococco – tra i tredici tipi di questo batterio solo cinque possono provocare la meningite.
  • Lo Pnoumococco – è un batterio che si trova nel tratto respiratorio tra naso e gola. Nei bambini è il principale responsabile dell’otite. In condizioni normali lo pneumococco non da alcun disturbo. Però in concomitanza di infezioni virali o in particolari condizioni che abbassano le difese immunitarie, può causare patologie come la polmonite o la meningite.
  • L’Haemophilus Influenzae – questo tipo particolare può causare sia infezioni che si risolvono in qualche giorno, molto simili alla febbre. Ma può evolvere in forme gravi, soprattutto nei bambini più piccoli.

Quali sono i sintomi

Ogni pediatra a Torino concorda nel dire che i sintomi della meningite variano in base all’età del bambino. Esiste una regola generale per cui più il bimbo è piccolo più i segnali non sono chiari. Nel lattante ad esempio i segni classici sono febbre, convulsioni, irritabilità e la fontanella tesa e gonfia. Invece nel bambini e nell’adulto i primi sintomi sono febbre, mal di testa, vomito fotofobia e convulsioni. A queste possono essere associate anche irritabilità, sonnolenza, petecchie o altri tipi di emorragia ed artrite, tipica dell’infezione provocata dal meningococco e dall’Haemofilus Influenzae.

Cure e prevenzione

La cura principale per la meningite batterica è una terapia a base di antibiotici scelti in base agli organismi che hanno provocato la malattia. Se volete potete chiedere consiglio ad un pediatra a Torino, ma solo con l’identificazione del patogeno si può definire la tipologia di cura. Ovviamente esistono anche dei metodi di prevenzione, prima tra tutti la vaccinazione. Attualmente esistono vaccini per i ceppi provocati da alcune tipologie di Meningococco, Pneumococco e Haemophilus Influenzae. In ogni caso con l’introduzione del vaccino e con il vaccino esavalente i casi di meningite sono fortemente ridotti.