L’errore più comune per i capannoni in affitto a Grugliasco

L’errore più comune per i capannoni in affitto a Grugliasco

14 Ottobre 2019 0 Di Sarah

Molto spesso, quando le aziende cercano dei capannoni in affitto a Grugliasco, pensano che sia facile trovare l’immobile giusto. In realtà prendere sotto gamba questa decisione e non considerare l’uso finale per cui vi serve il capannone potrebbe orientarvi verso la scelta sbagliata. Dovete sapere infatti che potrete eseguire le vostre lavorazioni solo in ambienti in grado di ospitare in piena sicurezza la vostra attività. Per questo è sempre meglio rivolgersi ed affidarsi all’esperienza di professionisti del settore come quelli dello Studio Immobiliare BECA. I loro specialisti saranno in grado di interpretare i vostri bisogni e quindi offrirvi i capannoni in affitto a Grugliasco più adatti alle vostre esigenze. In ogni caso vediamo quali sono gli errori più comuni durante la scelta dei capannoni in affitto a Grugliasco.

Come orientarsi nel mercato

Di solito quando dobbiamo scegliere un capannone in affitto la prima cosa da fare è consultare il Piano di Governo del Territorio, o PGT. In questo documento il comune indica con chiarezza tutte le disposizioni a cui è necessario attenersi, oltre alla destinazione d’uso delle zone. Come possiamo immaginare ogni Piano è diverso, dal momento che l’urbanista che li scrive non è lo stesso e visto che tiene conto di tutti gli aspetti caratteristici come ad esempio:

  • Conformazione del territorio
  • Tessuto urbano
  • Organizzazione dei lotti

E’ anche per questi motivi che è necessario prestare molta attenzione quando si decide di trovare dei capannoni in affitto a Grugliasco. Per fare un esempio, un’azienda che si occupa di vendita all’ingrosso, in un comune può essere associata al settore del mercato commerciale, mentre in un altro al settore produttivo. Perciò se affittate un capannone in una zona che non prevede la vostra tipologia di attività il comune potrebbe revocarvi i permessi di insediamento. In altri casi invece potrebbe addirittura farvi pagare degli oneri comunali per trasformare la tipologia di superficie.

Essere preparati in questa materia è quindi fondamentale. Spesso infatti chi non lo è scopre solo dopo che ha firmato il contratto per dei capannoni in affitto a Grugliasco che la loro documentazione verrà bocciata. Come sicuramente è chiaro in questo modo si provocherebbero danni abbastanza gravi all’azienda, non solo in termini di investimenti, ma anche di tempo.

Evitare le principali problematiche

Per poter evitare le problematiche relative ai capannoni in affitto a Grugliasco e soluzioni sono abbastanza semplici. La prima è ovviamente affidarsi a dei professionisti come quelli dello Studio Immobiliare BECA che grazie alla loro esperienza sapranno accontentare le vostre richieste. Inoltre potrete recarvi in Comune e capire se la vostra attività è consentita nella zona in cui sorge il capannone. Per questa procedura basterà presentare la vostra visura camerale e chiedere ad un tecnico edile. Quindi dopo aver verificato le disponibilità ed i permessi potrete procedere con il contratto. Sappiate comunque che all’interno di ogni PGT vengono indicate tutte le attività non consentite nella zona dei capannoni in affitto a Grugliasco, ordinate in base a macro-categorie. Un altro importante controllo che andrebbe eseguito è verificare se la vostra attività necessita o è sottoposta a speciali autorizzazioni che potrebbero non essere indicate nei PGT.

Conclusioni

Per concludere occorre ricordare che lo stesso Consiglio di Stato si era pronunciato in un dibattimento che vedeva contrapposte un’azienda commerciale ed il Comune interessato che aveva negato l’autorizzazione perché l’attività era incompatibile. Ma in questo caso il diritto alla libertà di iniziativa economica non è stato considerato, perciò l’azienda ha perso il contenzioso.