Assicurazione lavoratori atipici – Linee Generali

Assicurazione lavoratori atipici – Linee Generali

10 Dicembre 2019 0 Di Sarah

Quando si parla di lavoratori atipici e di assicurazione per lavoratori atipici, ci riferiamo ad un categoria che ha caratteristiche diverse rispetto ai normali contratti di lavoro. Una particolarità è quella di essere più flessibili e sono compresi quei lavori non abituali, e quindi diversi dal lavoro dipendente a tempo indeterminato e dal lavoro autonomo. In ogni caso se dovete sottoscrivere un’assicurazione per lavoratori atipici potete rivolgervi a Kiron Mediazione Creditizia. Qui troverete utili consigli e consulenze frutto di anni nel settore delle assicurazioni.

Tipologie di lavoratori atipici

Ora che abbiamo più chiaro cosa si intende per questa categoria, veniamo a quali contratti si può applicare un’assicurazione per lavoratori atipici:

  • Apprendistato – diretto a giovani dai 15 ai 20 anni, o fino ai 29 anni per il settore dell’artigianato. La durata massima di questo contratto è di 5 anni.
  • Contratto di formazione lavoro – agevola l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. E’ un contratto a tempo determinato, che può trasformarsi alla scadenza in contratto a tempo indeterminato.
  • Contratto part-time – prevede un orario ridotto, pari a 20 ore settimanali, e può essere sia a tempo determinato, sia a tempo indeterminato. Questa tipologia i contratto, come le altre deve avere forma scritta.
  • Lavoro in affitto – si tratta di un rapporto trilaterale tra un’agenzia interinale che media tra datore di lavoro e lavoratore
  • Telelavoro – lavoro eseguito da casa.

Ovviamente ogni soggetto, purché appartenete a questa categoria ed assunto con uno di questi contratti, può stipulare un’assicurazione per lavoratori atipici.

Requisiti per l’assicurazione

La polizza sarà costruita sulle esigenze del lavoratore e per questo non esistono formule fisse. Questo anche perché il settore dell’assicurazione per lavoratori atipici è estremamente vasto. In ogni caso possiamo definire l’assicurazione per lavoratori atipici come una soluzione che protegge e tutela il lavoratore. I presupposti per un’assicurazione per lavoratori autonomi sono:

  • Avere un contratto lavorativo diverso da lavoro autonomo o dipendente
  • Aver lavorato almeno 18 mesi negli ultimi due anni
  • Essere residente in Italia da almeno due anni

In generale però le assicurazioni per lavoratori atipici prevedono molte agevolazioni come ad esempio la presenza di un garante quando si richiede un prestito. Un altro esempio di assicurazione per lavoratori atipici sono quelle che permettono di coprire le rate anche nel caso in cui si perda il lavoro. In sostanza aiutano i lavoratori a far fronte al possibile debito contratto in concomitanza con la perdita del lavoro. In alcuni casi al verificarsi della seconda perdita di impiego, purché duri almeno 30 giorni, vengono rimborsate all’Assicurato le rate mensili del mutuo.

Come scegliere l’assicurazione migliore

Per prima cosa bisogna dare un giudizio di convenienza sul tipo di scelta relativo all’assicurazione per lavoratori atipici. Infatti per tutta la durata del mutuo, si dovranno pagare i premi dell’assicurazione. Per valutare la convenienza basterà considerare il tipo di copertura di cui si potrà disporre. In media le assicurazioni coprono il pagamento del premio per un anno. Solo in alcuni casi l’assicurato non dovrà restituire le rate di mutuo pagate in questo lasso di tempo. Sostanzialmente bisogna considerare l’ipotesi di stipula di una polizza con copertura totale o parziale. Dopodiché vedere le eventuali restrizioni riportate nel contratto.